Osteopatia
Cosa è l'Osteopatia

L’osteopatia è quella scienza che studia la mobilità e l’interrelazione delle nostre articolazioni ed apparati.
Una volta individuati eventuali blocchi o limitazioni, vengono normalizzati tramite una mobilizzazione o manipolazione effettuata dal terapista osteopata.

Si tratta quindi di una forma di medicina manuale che può curare il paziente tramite la mobilizzazione dei vari apparati ( articolare, muscolare, fasciale e viscerale) facilitando l’attivazione di quei meccanismi insiti nel corpo umano di autoriparazione ed autoguarigione.
Lo scopo consiste nel correggere le diverse disfunzioni della mobilità e delle eventuali interrelazioni tra l’apparato strutturale ed i rimanenti apparati.

Tecniche Strutturali €50

La tecniche strutturali sono definite tali poiché ristabiliscono la mobilità della struttura ossea. La specificità e la rapidità della manipolazione consente il recupero della mobilità articolare.

Hanno una forte influenza neurologica, oltre che puramente meccanica, in quanto favoriscono l'emissione di corretti impulsi dalle e alle terminazioni della parte trattata.

Tecniche Craniali €50

Le tecniche craniali agiscono sul movimento di congruenza fra le ossa del cranio, ristabilendone il normale "meccanismo respiratorio primario", ossia quella combinazione di parti ossee, legamentose, muscolari, e fasciali che consentono il riequilibrio e l’armonia delle funzioni craniosacrali.

Con queste tecniche si agisce in particolare sulla vitalità dell’organismo, qualità fondamentale che permette agli esseri viventi di reagire con efficacia agli eventi di disturbo provenienti dall’ambiente esterno e da quello interno.

Tecniche Viscerali €50

I visceri si muovono in modo specifico sotto l'influenza della pressione diaframmatica. Questa dinamica viscerale può essere modificata (restrizione di mobilità) o scomparire. Applicando una tecnica specifica, l'osteopatia permette all'organo di trovare la sua fisiologia naturale ed i disordini legati alla restrizione di mobilità saranno così corretti.

Inoltre esiste da un punto di vista anatomico e funzionale una relazione tra i visceri e la struttura muscolo-scheletrica; una cattiva funzione della struttura (colonna vertebrale), può influenzare uno o più visceri e viceversa. Si possono trovare, in persone che soffrono di mal di schiena, problemi di mobilità del fegato.

Tecniche Fasciali €50

La fascia si basa sulla conoscenza dell’anatomia, della fisiologia, dell’embriologia, della funzione, e delle possibilità di disfunzione di quello che è chiamato Complesso Fasciale, Sistema Fasciale o, semplicemente, Fascia.

La questo sistema prevede un affinamento delle capacità percettive tattili al fine di interpretare la funzionalità del tessuto fasciale (a diversi livelli e localizzazioni, collegato a diverse funzioni) e diagnosticare funzione e disfunzione in termini spaziali(alterazione della mobilità nelle varie direzioni) e temporali (ritmi).

Allo stesso modo sarà possibile impostare tecniche di normalizzazione che, pur con diverse sfaccettature dal punto di vista metodologico, saranno in grado di ristabilire la normalità di funzione, in senso spaziale e temporale.

L’approccio fasciale ai tessuti del corpo e alla loro funzione permette di utilizzare una manualità delicata e rispettosa, praticamente esente dal pericolo di provocare traumi, dove l’unico rischio è quello di interagire in modo inopportuno con le funzioni profonde e vitali dell’organismo.

Clicca qui per acconsentire!